Annunciati i nomi presenti allo stand dell’associazione salernitana Trumoon.

Si tratta di Bruno Brindisi, Giuseppe De Nardo, Luca Raimondo, Roberto De Angelis, Raffaele della Monica, Lucilla Stellato e Antonella Vicari.

 

1983-2017. Sono passati trentaquattro anni dall’uscita delle prima rivista a fumetti prodotta a Salerno, che vedeva muovere i primi passi della cosiddetta “scuola salernitana”. Una rivista che riuniva le firme di personaggi oggi famosi nel campo del fumetto: Giuseppe De Nardo, Bruno Brindisi, Enzo Lauria, Daniele Bigliardo, Giuliano Piccininno, Roberto De Angelis, Raffaele Della Monica, Luigi Coppola, Luigi Siniscalchi e altri.  L’esperienza di allora, chiusa nel 1986, con la pubblicazione del quarto numero, rivive oggi grazie alla nascita dell’associazione culturale che porta lo stesso nome della rivista: “Trumoon”. L’associazione, voluta dallo sceneggiatore Giuseppe De Nardo (presidente), dalla giornalista e critica d’arte Erminia Pellecchia (vicepresidente) e dal disegnatore Luca Raimondo (segretario), si propone come ideale anello di congiunzione tra passato e presente. Da una parte l’esperienza e il nome di autori affermati, dall’altra l’entusiasmo e il talento di tante giovani leve. Non una operazione nostalgia. Non la celebrazione di un passato fine a sé stessa. Trumoon nasce per dare vita a un laboratorio permanente, a una agorà creativa aperta al confronto e allo scambio. Trumoon ambisce ad essere un riferimento, un “open space” per coloro che vogliono trasformare una passione in un’opportunità professionale, ma anche per coloro che, semplicemente, amano il fumetto e ogni forma di espressione artistica. L’organizzazione di mostre, la partecipazione a manifestazioni culturali, la promozione di iniziative editoriali, la collaborazione con istituzioni scolastiche ed educative, l’adesione a progetti di carattere sociale e solidale, sono alcune tra le attività che l’associazione intende intraprendere. Allo stand di Trumoon gli appassionati potranno incontrare gli autori, vederli disegnare, chiedere autografi e partecipare a un simpatico contest che metterà in palio disegni originali, le cui modalità saranno prossimamente annunciate online, sulla pagina Facebook dell’associazione.

Trumoon ha preparato anche un’altra sorpresa. La scoprirete venendo in fiera.

Stay Tuned…

Condividi:

Commenti

commenti